Sicurezza, equilibrio e vulnerabilità. Il controllo degli armamenti strategici negli Stati Uniti alla fine della distensione

Sicurezza, equilibrio e vulnerabilità. Il controllo degli armamenti strategici negli Stati Uniti alla fine della distensione
Pagine: VIII-200 p.
Collana: Centro interuniversitario Machiavelli per la storia internazionale
EAN: 9788861845381
Autore: Giordana Pulcini
Anno edizione: 2018
Editore: Mondadori Università
Category: Società
In commercio dal: 01/01/2018

Durante gli anni Settanta, gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica posero dei limiti alla crescita dei rispettivi arsenali attraverso gli accordi salt (Strategic Arms Limitation Treaty), sanzionando il raggiungimento della parità nucleare. La crisi della distensione portò al rinnovamento delle tensioni fra le due superpotenze, mentre i negoziati per la limitazione delle armi strategiche furono interrotti. Basato su un'ampia collezione di documenti statunitensi, questo volume ricostruisce i motivi del fallimento del controllo degli armamenti alla fine degli anni Settanta, analizzando la formazione negli Stati Uniti di un'opposizione al salt che ha indebolito e quindi fatalmente compromesso la fiducia nei confronti dell'accordo. Lo studio di questo dibattito interno è necessario per comprendere lo sviluppo della politica nucleare americana dalla svolta degli anni Settanta, nonché la posizione che gli usa hanno assunto nel sistema internazionale dalla fine della Guerra Fredda.